Piano di Azione e Coesione (PAC)

Il Piano di Azione e Coesione (PAC) trova la sua ragion d’essere in due convergenti motivazioni. La prima: “mettere in sicurezza” interventi precedentemente allocati nell’ambito della programmazione comunitaria 2007-2013 e “a rischio” a motivo della tempistica relativa ai singoli PO. La seconda: avviare azioni ed interventi potenzialmente allocabili all’interno della nuova programmazione 2014.2020.

Nasce da un accordo Stato-Regioni-UE che prevede il “ridimensionamento” finanziario dei PO dell’attuale periodo di programmazione attraverso la riduzione della percentuale di cofinanziamento nazionale assicurata principalmente dal Fondo di Rotazione ex L.183/87. Le risorse così “liberate”, comunque soggette al vincolo di destinazione territoriale, sono state destinate per la Sicilia al finanziamento delle attuali tre Fasi del PAC:

  1. Piano di Azione e Coesione per il miglioramento dei servizi pubblici collettivi al SUD (PAC I con risorse nazionali rinveniente dalla prima rimodulazione finanziaria del PO FESR 2007-2013);
  2. “Piano Giovani” (PAC II con risorse rinvenienti dalla rimodulazione del tasso di cofinanziamento nazionale del PO FSE Sicilia 2007-2013);
  3. Salvaguardia , Nuove Azioni e Misure Anticicliche (PAC III con risorse rinvenienti da una seconda rimodulazione del PO FESR).