Piano di Rafforzamento Amministrativo (PRA) 2014_2020

Scarica Allegati

L’Accordo di Partenariato adottato con Delibera di esecuzione della Commissione del 29/10/2014 ha previsto l’adozione del c.d. Piano di Rafforzamento Amministrativo (PRA), finalizzato al miglioramento e all’adeguamento dei sistemi di gestione e attuazione dei programmi cofinanziati dalla UE in relazione alle prescrizioni del Regolamento (UE) 1303/2013 del 17/12/2013.

Il documento, infatti, mira a rafforzare l’assetto organizzativo, legislativo e procedurale dell’Amministrazione regionale individuando le misure di semplificazione e di razionalizzazione del processo di decisione pubblica volto alla riduzione dei tempi dei processi amministrativi per la tempestiva ed efficace attuazione dei programmi operativi.

Tenendo conto delle esperienze pregresse, pertanto, è stato redatto il documento in questione che contiene gli interventi individuati come indispensabili per il raggiungimento degli obiettivi fissati dalla normativa comunitaria. Con Delibera di Giunta 333 del 24/10/2016 il  Piano di Rafforzamento Amministrativo (PRA) è stato approvato dall’Organo di Governo.

La governance del Piano di Rafforzamento Amministrativo alla quale, i rappresentanti della Commissione guardano con particolare attenzione, è costituita da un responsabile politico individuato nella figura del Presidente della Regione Siciliana e da un Responsabile per l’attuazione del PRA con funzione, di coordinamento e monitoraggio degli interventi di rafforzamento amministrativo individuato nel Dirigente Generale dell’Ufficio Speciale Autorità di Certificazione.

Il Responsabile dell’attuazione si avvale, altresì, di una specifica Unità organizzativa composta da un dirigente e due funzionari in possesso di adeguate competenze ed è affiancato da un Comitato di Pilotaggio, presieduto dal Segretario Generale e composto , oltre che dal Responsabile per l’attuazione del PRA, dalle Autorità  di gestione dei PO FESR e FSE,  dal Ragioniere Generale, dal Dirigente Generale del Dipartimento della Funzione Pubblica, dal Dirigente Generale  dell’Autorità di Audit ,dal Capo di Gabinetto del Presidente della Regione e  da un componente del Nucleo di Verifica e Valutazione degli Investimenti Pubblici, con funzione d’indirizzo e sorveglianza sulla realizzazione delle attività migliorative e sul raggiungimento dei target  prefissati.

Lo stato di attuazione del documento è sottoposto a verifica quadrimestrale, attraverso il sistema di monitoraggio Mosaico, secondo le indicazioni fornite dall’apposito Ufficio istituito a livello nazionale dall’Agenzia nazionale per la Coesione Territoriale.