IIP

L’Intesa istituzionale di programma tra stipulata il 13 Settembre 1999 tra il Governo della Repubblica e la Giunta regionale siciliana costituisce il quadro di riferimento degli atti di programmazione negoziata da realizzarsi nella Regione Siciliana.

Obiettivo dell’Intesa è ricondurre in un quadro unitario e funzionale le molteplici competenze e le diverse iniziative delle amministrazioni centrali e regionali, e dei diversi soggetti pubblici e privati dirette all’accelerazione ed alla qualificazione dei processi di sviluppo locale.

Nel vigente quadro legislativo, ai sensi della L. 662/96 e successive integrazioni e della delibera CIPE del 21 marzo 1997, l’Intesa costituisce lo strumento con il quale sono stabiliti congiuntamente tra il Governo e la Giunta regionale gli obiettivi da conseguire in materia di programmazione, progettazione e attuazione delle azioni concertate.

Obiettivi dell’Intesa sono la massimizzazione dell’occupazione produttiva, lo sviluppo del sistema produttivo, la minimizzazione dell’impatto ambientale, il riequilibrio territoriale e il miglioramento della vita associata, con l’intento di incorporare la dimensione delle pari opportunità nel complesso delle azioni e delle politiche di intervento; i settori di intervento dell’Intesa sono: 1. Trasporti, 2. Approvvigionamento idrico e risanamento delle acque, 3. Energia, 4. Risorse umane e formazione professionale, 5. Ricerca scientifica e tecnologica, 6. Sviluppo locale, 7. Aree urbane, 8. Difesa del suolo e protezione della fascia costiera, 9. Aree naturalistiche, 10. Gestione rifiuti, 11. Beni Culturali, 12. Turismo, 13. Sistema agroalimentare, 14. Reti della comunicazione, 15. Sanità, 16. Pari opportunità per donne e uomini.

Nell’Intesa vengono indicati in particolare i parametri e le modalità attraverso le quali determinare le risorse (ordinarie e straordinarie, nazionali e comunitarie) attribuite all’Intesa e da attivare mediante gli Accordi di programma quadro da stipularsi tra il Governo e la Giunta Regionale per la definizione dei seguenti aspetti:

  • le azioni che le parti, direttamente per quanto di loro competenza, o indirettamente, mediante interventi di indirizzo, vigilanza e controllo, si impegnano a svolgere per accelerare le procedure concernenti la realizzazione di un programma esecutivo di interventi di interesse comune o funzionalmente collegati, rientranti nelle attribuzioni delle diverse articolazioni dei poteri centrali dello Stato e del sistema delle autonomie, di cui dovranno essere specificate le attività e gli interventi da realizzare, i relativi tempi e le relative modalità di attuazione;
  • i soggetti, degli organi responsabili, delle procedure di attuazione e di tutti gli strumenti amministrativi che facilitino l’attivazione e la realizzazione dell’Accordo, ivi compresi quelli relativi ad autorizzazioni, nulla-osta, permessi, e quant’altro condizioni gli investimenti degli operatori privati;
  • il fabbisogno finanziario di ciascun accordo di programma quadro nell’ambito delle complessive risorse destinate all’Intesa e della sua articolazione temporale;
  • le procedure e dei soggetti responsabili per il monitoraggio e la verifica dei risultati.

Per una descrizione dettagliata degli Accordi di programma quadro che l’Intesa ha concordato di stipulare (Viabilità stradale, Rete ferroviaria, Aeroporti, Porti, Risorse idriche, Energia, Ricerca e Formazione, Sviluppo locale, Legalità, pari opportunità e recupero marginalità sociale, Sanità), si veda la sezione APQ di questo Sito.